Carrello

 x 

Carrello vuoto

Facebook

Aldo Gerbino (Algra)

aldo-gerbino

Aldo Gerbino (Milano 1947), morfologo, Ordinario di Istologia ed Embriologia nella Università di Palermo, critico. Tra le sue pubblicazioni di poesia: Il coleottero di Jünger (Novecento, 1995; Premio Marsa-Siklah); Ingannando l’attesa (Novecento, 1997; Premio Latina “il Tascabile”); Non farà rumore (Spirali, 1998); Gessi (Sciascia-Scheiwiller, 1999); Sull’asina, non sui cherubini (Spirali, 1999); Il nuotatore incerto (Sciascia, 2002); Attraversare il Gobi (Spirali, 2006); Il collettore di acari (Libroitaliano, 2008); Alla lettera erre in: Almanacco dello Specchio 2010-2011 (Mondadori, 2011). Di saggistica: La corruzione e l’ombra (Sciascia, 1990); Del sole della luna dello sguardo (Novecento, 1994); Presepi di Sicilia (Scheiwiller, 1998); L’Isola dipinta (Palombi, 1998; Premio Fregene); Sicilia, poesia dei mille anni (Sciascia, 2001); Benvenuto Cellini e Michail K. Anikushin (Spirali, 2006); Quei dolori ideali (Sciascia, 2014); Fiori gettati al fuoco (Plumelia, 2014); Cammei (Pungitopo, 2015). Altri manipoli poetici: Un pomeriggio gentile, Acque («Nuovi Argomenti», Mondadori 2003); Il lupo di Milano (con una incisione di Sandro Bracchitta, Edizioni dell’Angelo 2015). “Auto-antologie” in: «Bollettario» (2010) di Edoardo Sanguineti e Nadia Cavalera; «Poeti e Poesia» (2013) a cura di Elio Pecora. Redattore di «Gradiva», dirige l’almanacco interculturale «Plumelia».

Ricerca

Calendario

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
4
6
7
8
9
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31

News