Carrello

 x 

Carrello vuoto

Facebook

La perfezione del cerchio
Una saga famigliare, dalla metà dell’800 sino al 1975, una storia fatta di tante storie staccate, capitoli che descrivono vicende, le più diverse possibili, di uomini e di donne, in un tratto della loro esistenza, senza un nesso preciso, senza una conclusione immediata, vicende che si svolgono in Sicilia, ma anche in Inghilterra, Egitto, Parigi, Genova. Racconti di incontri, di amori, di vita e di morte, di personaggi che ruotano attorno alla stirpe dei baroni di Calatrazza. Storie staccate che però s’incamminano verso una meta che solo in ultimo appare unitaria. Infatti, nella parte terza tutto trova una spiegazione, una giustificazione e il mosaico viene composto per dare vita a un finale sorprendente.
Il commissario Santi
Un bel giorno, il commissario Emilio Santi decide di scrivere una lettera di reclamo a Dio, mettendolo al corrente di come la vita sulla Terra non sia tutta rosa e fiori. Alla lettera, allega anche una serie di indagini poliziesche in cui si è imbattuto durante la sua carriera, in modo da fornirgli una finestra da cui osservare il mondo e la psicologia degli esseri umani, un vero e proprio labirinto tutto da scoprire. La città in cui si svolgono le indagini è Belizia. Nel corso della storia il commissario Santi mostrerà il suo carattere e il suo intuito naturale a smascherare gli artefici di piani orditi contro il prossimo.
Diario sottovento
«Diario sottovento. Certe tempeste incerti angoli di vita, ci regala una nuova e rarissima perla dell’autrice Rosalda Schillaci. Il percorso intellettuale espresso mediante le scelte “rivoluzionarie” di questa donna, dalla complessa e affascinante sensibilità, trova una rotonda maturazione del frutto migliore di un raccolto di esistenza, che si mostra con garbo e decisione tra le righe di questo terzo testo, e s’aggancia in un naturale abbraccio ai precedenti, Infiniti Definiti e Istintu di Jinestra. I giochi e le sperimentazioni linguistiche tornano a dialogare con noi, irretendoci in una tela di ragno da cui non s’esce, se non dopo aver percorso con meditata pazienza il labirinto delle parole». (Dalla Prefazione di Lisa Bachis)
Pazzie che rifaresti ancora
Viviana e Linda si ritrovano sedute allo stesso banco di scuola e, nonostante caratteri ed esperienze diverse, diventano amiche, condividendo in armonia pensieri, tempo, passioni, avventure, nuove consapevolezze. Nell’evoluzione della crescita però l’amicizia vacilla. S’innesta tra loro una sorta di rivalità che le allontana proprio nel momento in cui avrebbero più bisogno l’una dell’altra. Quando scoprono la dolcezza e la fugacità dei primi innamoramenti e del sesso, quando assaporano i frutti della trasgressione o sperimentano la fragilità dei rapporti interpersonali, reagiscono in maniera completamente opposta. Alla fine del percorso scolastico avranno raggiunto la maturità? Avranno ottenuto finalmente la libertà tanto agognata?
In fondo brillava il mare
In fondo brillava il mare prende le mosse dal terremoto di Messina del 1908 e segue le vicende dei sopravvissuti di due famiglie, una appartenente alla piccola nobiltà agraria della costiera ionica, l’altra alla classe imprenditoriale e professionistica della città, sino al 1940. Tra cadute e faticose risalite, i personaggi attraversano le vicende della Grande Storia e hanno l’op- portunità di incontrarsi tra loro e con alcuni protagonisti della cultura e della politica nazionale. La loro vita è sempre sorretta dalla speranza in un futuro migliore simboleggiato dal brillare del mare.
Cassiopea
Nella suggestiva cornice della Sicilia Orientale, lungo le nere coste frastagliate, alle pendici del Vulcano, Celeste costruisce la sua vita, cercando di realizzare il sogno di diventare scrittrice, accompagnata dall’amore della nonna materna e dal suo mondo onirico. Il ritrovamento di un prezioso scrigno e il segreto che custodisce porteranno una ventata di energia nella sua vita. Da qui si snoderanno una serie di vicende, attraversate da ricordi risalenti alla seconda guerra mondiale, guidate dalle coincidenze del destino e dal firmamento in cui l’incontro con Marco, romano di origine e milanese di adozione, aprirà nuovi orizzonti. In un viaggio interiore, nell’intimo dispiegarsi dei propri sogni, incertezze e sofferenze, il lettore sarà avvolto dall’intreccio della trama, dall’energia del Mediterraneo e dalle emozioni che ne scaturiranno.
Orme 2.0
Orme 2.0, una visione di vita più matura e meno fantasiosa di Orme. Una filosofia della crescita raccontata, in questo secondo step, attraverso dipinti, poesie e canzoni. In Orme 2.0 si intravede “il velo di Maya” sgretolarsi, dando spazio a una visione più veritiera della vita, a una realtà da scoprire, toccando i temi che colorano il nostro mondo con toni cupi e accesi.

Ricerca

Calendario

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
2
9
13
14
20
26
27
28
29

News