Carrello

 x 

Carrello vuoto

Facebook

Tre racconti
Tre racconti, tre storie vere snocciolate come le perle di una collana tra le rughe della vita.
Pezzi di cielo
Permettiamo agli altri di rubarci la vita, per un bisogno d’amore che è dipendenza, permettiamo a loro di ferirci, di ucciderci, con le parole e con i fatti. Usciamo distrutti da questi avvenimenti, mentre loro, i carnefici, godono una vita piena, spensierata, ricca di tutto ciò che ci hanno rubato, e hanno il coraggio delinquente di dirci che ci amano; ma noi soltanto li abbiamo amati, coccolati, perdonati, accolti. Questi “altri”, per cui abbiamo vissuto in silenzio, che hanno dato senso ai nostri pensieri e a i nostri atti, ci abbandonano, senza neanche un saluto, ci lasciano al livore di giornate lunghe e complesse. Nonostante ciò, è talmente veemente il nostro desiderio di autodistruzione da non riuscire ad augurar loro il male ed essi, benedetti, se ne vanno per le vie del mondo, dispensando altro dolore.
Il misterioso individuo in nero
Una catena di efferati delitti terrorizza gli abitanti di una cittadina di mare. La polizia non riesce a trovare una spiegazione logica a tali crimini e ipotizza che sia opera di uno spietato serial killer ma, quando la serie di omicidi comincia ad andare oltre il paesino, una donna, affascinante ed enigmatica, incarica il detective Jack Selfieri di occuparsi dell’inchiesta. Nel corso delle indagini si viene a scoprire di un misterioso individuo in nero che appare poco prima di ogni assassinio per poi scomparire nel nulla…
Phanopoeia. Poesie 2014-2016
Sono le immagini, sfigurate, frammentate e sovrapposte in un’accumulazione verbale che ammassa scorie di materiali, impressioni sensoriali e mentali, a connotare la raccolta Phanopoeia di Emiliano Michelini, con riferimento al loro irrompere nell’immaginazione visiva, che E. Pound, definendo con Phanopoeia uno dei tre princìpi dell’arte poetica, sperimentò nell’elaborazione di una poesia frantumata e vorticosa. (Dalla nota di Laura Caccia)
Il barbone bambino
Il barbone bambino è la storia di un ragazzo abbandonato a una vita quasi animalesca, ritenuto lo scemo del paese, che il caso trascina sulla poltrona di Sindaco del paese stesso.
Nomade senza catene
Le liriche pubblicate in questo volume, diviso in tre sezioni (Paesaggi e stati d’animo, Donne e affetti e Amore) e dedicato a tutte le donne, sono il frutto di una accurata e lunga ricerca culturale, ispirata da una vena artistica fuori dal comune.
Invisibili fili
La famiglia di Roberto, a causa di un avanzamento di carriera del padre, si trasferisce dalla Sicilia a Milano. Il ragazzo in breve tempo dimentica la sua fidanzata di sempre, Francesca. Gli anni passano e nel loro trascorrere Roberto si trova ad affrontare la separazione da un matrimonio durato poco, la crescita di un figlio con il quale non vive la quotidianità, la perdita dei genitori e una monotona convivenza. Molti anni dopo, un Roberto stressato e insoddisfatto della sua vita, ritorna in Sicilia per motivi di lavoro e ritrova per caso Francesca. L’incontro lo stravolge e, mentre ricordi ed emozioni del passato riemergono in un miscuglio di luoghi reali e irreali di un piccolo paese siciliano, Roberto e Francesca narrano se stessi e le loro verità. Conclude il racconto Alberto, innamorato da sempre di Francesca. Tre personaggi, tre vite, tre versioni di un’unica storia, la storia di Francesca.

Ricerca

Calendario

News