Carrello

 x 

Carrello vuoto

Facebook

Il pensiero e la vita
“Classico” della Consulenza Filosofica, “alternativa alle psicoterapie” messa a punto in Germania negli anni Ottanta, Il pensiero e la vita torna disponibile a oltre quindici anni dalla sua uscita. L’autore, che introdusse la pratica in Italia alla fine degli anni Novanta, cartografa il territorio delle cosiddette “pratiche filosofiche”, fonda epistemologicamente la consulenza distinguendola dal counseling e dalle professioni d’aiuto, detta le coordinate della pratica professionale. Con una postfazione che fa il punto sull’attuale stato dell’arte.
Sicilia Dime Novels
Racconti di Daniela Albano, Stefania Avola, Christian Balsamo, Cristina Basile, Maria Regina Betti, Moreno Burattini, Francesca Calì, Alfia Contino, Francesco Cusa, Paolo Alessandro D’Angelo, Mirko Di Bella, Gioacchino Di Giovanni, Enzo Di Maria, Luisa Distefano, Daniela Ginex, Patrizia Grasso, Tindaro Guadagnini, Daniela Maccarrone, Concetta Maria Negretti, Maribella Piana, Francesco Rapisarda, Giuseppe Reina, Riccardo Renda, Grazia Restivo, Maria Lucia Riccioli, Francesca Sanfilippo, Maria Grazia Sapienza, Grazia Scuderi, Carmelina Toscano, Simona Zagarella, Clelia Zarbà, Anastasia Zuccarello.
IL TU(o)uMORE
Giorno dopo giorno, alba dopo alba. E d’improvviso un coinquilino molesto ti nasce dentro, si nutre, vuole vivere. Ma la sua vita non è la tua. Vuole. Vuole la tua. Quel figlio illegittimo del tuo tumore pretende d’essere erede in vita della tua vita. Eppure, per paradosso, la malattia, il Leo di ognuno, apre gli occhi. Angela coglie i colori di una fotografia in bianco e nero e trasforma un percorso impervio in un’opportunità di coscienza, di consapevolezza, di forza. Finché un giorno, davanti al suo mare, Angela incontra finalmente il suo Leo. Un Leo stanco di fare il suo dovere burocraticamente e che vuole, per una volta, provare a capire perché Angela non lo teme, perché ad Angela non ha tolto il sorriso, l’ironia, l’entusiasmo. E, inaspettatamente, dopo un approccio timido e perplesso, Leo e Angela si parlano. E parlano, parlano, parlano a ruota libera. “Finalmente parlarsi. Questa utopia del parlarsi. Niente bluff, niente strategia, perché ognuno sa di cosa parla e mostra le sue carte, come alla fine di una mano di poker. Si guardano le carte. E, a volte, anche una coppia può far vincere…”.
Racconti morali
Leopoldo Alas, più conosciuto con lo pseudonimo di Clarín, nacque il 25 aprile del 1852 a Zamora, ma visse quasi tutta la sua breve e intensa vita a Oviedo, nelle Asturie, terra alla quale si sentì sempre profondamente legato. Figura di spicco nella Spagna del suo tempo, dalla personalità intellettuale e letteraria di grande spessore, fece sentire la sua voce come politico, moralista, filosofo, giurista, critico, giornalista e soprattutto come scrittore. Infatti, la sua fama è legata principalmente al campo narrativo dei romanzi e dei racconti. Il suo capolavoro, La Regenta, pubblicato nel 1885, è ancora oggi considerato tra i migliori romanzi dell’epoca. Ma sono certamente i racconti, più di cento, a rappresentare la produzione più importante e significativa del mondo clariniano. In essi troviamo condensati il profondo legame dello scrittore alla terra asturiana e alla sua gente, il suo vissuto personale, le inquietudini religiose, le frustrazioni, le melanconie, un mondo di sentimenti e di sensazioni universali. Nei brevi e incisivi “quadri morali” della raccolta Cuentos Morales, l’autore, con grandi doti di osservatore e con uno stile narrativo elegante, lineare, dal linguaggio semplice, espressivo, spesso poetico, si compiace di descrivere la realtà contemporanea e di esplorare l’interiorità dei personaggi con umanità, tenerezza, affetto e umore a volte amaro.
Ritorno in Paraguay
“Sono in ascolto, i sensi pronti a cogliere, depositaria di un richiamo così forte da oltrepassare i confini del tempo” asserisce Rosalia per descrivere l’impulso insopprimibile di risarcire le due donne della lontananza forzata, di recare l’omaggio della nonna Maria alla madre Teresa: una lapide da poggiare sulla sua tomba con sopra inciso un epitaffio essenziale, l’unico che possa sintetizzare il sentimento di amore immutabile che le ha accompagnate per tutta la vita.

Ricerca

Calendario

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
4
8
9
10
11
12
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31

News