Visualizzazione di 37-48 di 774 risultati

La ragazza fragile

17,10
«Il delitto di una studentessa. Una rosa di indiziati. Un’investigatrice brillante e una gatta: gli ingredienti perfetti per un crime avvincente». (Eleonora Carta)

Geopolitica dei pensieri perversi

19,00
Soltanto dove esistono il pensiero critico e il pieno rispetto per il pluralismo delle idee si può parlare weberianamente di progresso, cui aggiungo l’aggettivo “umano”. E – soprattutto – di democrazia.

Catania. Personaggi, santi, luoghi, date ed eventi noti e poco noti nei nomi delle strade e delle piazze della città

52,25
A chi non sarà capitato, percorrendo una via cittadina o attraversando una piazza, di avere alzato gli occhi su una targa o una scritta indicante il nome della strada o della piazza, e non si sia chiesto, novello Don Abbondio, ma chi era costui?

Ascesa e declino del PSI negli anni di Craxi

12,35
«Odio il vuoto politico, ne ho paura. Quando vedo il vuoto politico, anche all’ultimo momento, so che bisogna decidere» (Bettino Craxi)

Curzio Malaparte e Michail Bulgakov. Incontri reali e letterari nella Mosca del 1929

14,25
La puntualità, tipicamente malapartiana, di ritrovarsi eminente straniero che conversa con Michail Bulgakov su Cristo, a Mosca, durante i giorni di una Pasqua russa.

In viaggio

9,50
Coricata al suolo, sporsi il mio viso oltre l’orlo del pozzo illuminato ancora dall’ultima luce del tramonto: i grandi occhi, sbarrati, mi guardavano colmi di lacrime.

Piccola voce. Annotazioni sulla poesia

19,00
Questo libro è una incisione attraverso la quale osservare i processi mentali di un poeta nel fare poesia.

Un miracolo chiamato vita

9,50
E in quell’abbraccio ci dicemmo che […] il nostro miracolo più bello si era compiuto e che era proprio sotto i nostri occhi. Un miracolo chiamato vita.

Nino Martoglio. Il moschettiere del cinema

11,40
intera carriera cinematografica di Nino Martoglio, dall’annuncio dalle colonne del “D’Artagnan” dell’arrivo del cinema a Catania (dicembre 1896).

Storie dell’altro ieri

9,50
Ognuno di noi ha un mondo popolato di ricordi della fanciullezza e di personaggi “nostrani” che qui ricordo in un’immaginaria e sentimentale carrellata.

Il libro magico

14,25
Il Libro Magico delle Ricette è scomparso, ma Madama Damaschina e gli gnomi cucinieri non si arrendono.

Avanza un’ora di luce

9,50
«Dove, questa luce? Su quale dimora si concede, verso quale orizzonte si congeda? È luce che resta o luce da scartare?»