Visualizzazione di 25-36 di 354 risultati

Via Bolzano, 36

9,50
Pensieri, parole, versi e storie sono i protagonisti di questa insolita opera, al tempo del Coronavirus.

La mattanza degli ingenui

15,20
…ebbene sì, hai ragione, è stata una mattanza, una mattanza di ingenui, hanno pagato il caro prezzo che può comportare la scelta di vivere in un mondo regolato esclusivamente dalla legge del più forte.

I quattro re

4,75
Nell’eterna lotta tra bene e male quattro re vengono a contesa, senza eserciti né scorta, ciascuno col suo gagliardetto e con le proprie convinzioni.

Quella dannata felicità

9,50
Un libro intenso che racconta quanto sia difficile crescere, facendo i conti con quello che vorremmo diventare, senza scontentare nessuno.

Storie pennute

9,50
Storie pennute raccoglie quattro storie e tanti personaggi.

Breath

11,40
Un testo che mette in discussione il suo stesso statuto: “Inventare storie, intrecciare trame” non è forse un delirio di onnipotenza?

Quando le uova non si trovavano d’inverno

15,20
Allora, con l’anima inamarita dallo sconforto, Stella si alzava, guardava fuori e sperava che anche Aldo guardasse la luna.

L’alba che verrà

15,20
Un romanzo capace di sporgersi “oltre”, ponendo interrogativi e guardando al futuro con una scrittura fluida e moderna.

Il dipinto

13,30
«La verità; ti riempi sempre la bocca con questa parola. Ma tu lo sai cos’è la verità?».

L’orizzonte degli eventi

13,30
Tutto ciò che sta sull’orizzonte degli eventi ci appare immobile, fisso, mentre, in realtà, sta precipitando dentro.

Catania, amore e mistero

9,50
Quella meravigliosa vista, che la sera diventava ancor più affascinante, stimolava non poco la sua immaginazione e le suggeriva arrovellamenti d’ogni genere, così ritornò col pensiero all’articolo che aveva letto la mattina: quegli strani episodi alla Villa.

Albergo Framonti

9,50
…come si fa sempre, dopotutto, quando si guardano le fotografie: si fissano gli occhi della persona ritratta in cerca dell’anima, come se l’istante dello scatto potesse bloccare il continuum feroce del tempo che se li mangia, gli istanti. E si fantastica sulle risposte, rendendosi un po’ cartomanti, un po’ patetici.